Meditazione Poetica

Dal punto di vista medico e psicologico gli effetti della Meditazione sono ormai comprovati da un numero davvero alto di ricerche scientifiche (per approfondire,  rimandiamo ad un articolo nel Blog).

Dal punto di vista esistenziale, quello proprio dell’analisi del profondo ad orientamento junghiano, tuttavia, la Meditazione non è semplicemente stare seduti a gambe incrociate, sforzandosi di non avere pensieri. Non è neanche soltanto un modo per rilassarsi, per calmare lo stress o per sentirsi facilmente più sereni.

La Meditazione è l’arte di incontrare se stessi, entrando in profondità dentro gli infiniti canali che ci attraversano, di cui ce n’è uno capace di regalarci sensazioni sublimi e gorghi di inesauribile energia. Bisogna essere Guerrieri luminosi, però, per riuscire a trovare proprio quello, perché lungo la Via incontreremo anche draghi, ostacoli ed illusioni su cui occorre avere la meglio, se vogliamo proseguire spediti e ogni volta più leggeri.

La Meditazione poetica, la Via del Risveglio dell’Artista Interiore che unisce l’arte dell’Ascolto di sé con l’arte e la poesia, è un particolare approccio meditativo adatto a tutti nato dall’integrazione fra Artiterapie Espressive e Meditazione Zen al fine di riscoprire la propria voce interiore ed imparare ad esprimerla creativamente non solo in forma artistica, ma anche e soprattutto nella vita di tutti i giorni.

Testi di riferimento del corso:

La Via dell’ArtCounseling di Barbara Bedini, Ed. Creativa, 2011

La Via dell’Artista di Julia Cameron, Ed. Longanesi, 1998

Mente Zen, Mente di Principiante di S. Suzuki-Roshi, Ed. Astrolabio Ubaldini, 1977

Ma che cos’è davvero la Meditazione e come può essere utile per noi occidentali…?