Programma didattico

“Per me, c’è solo il viaggio su strade che hanno

un cuore, qualsiasi strada abbia un cuore.

Là io viaggio, guardando, guardando… senza fiato”

C. Castaneda

 

Counseling Transpersonale (modulo Il Viaggio dell’Eroe). Il Corso inizia con una breve descrizione della teoria psicoanalitica junghiana e arriva a descrivere il principio centrale della Psicologia transpersonale, secondo cui l’uomo non è semplicemente un’unità bio-psichica isolata dall’ambiente naturale in cui vive, ma un insieme aperto e collegato, nella sua realtà più intima, ad una cd. dimensione “coscienziale” riscoperta integra ogni volta che si recupera il contatto con la propria natura primordiale e spontanea. Il Counseling transpersonale, pur ritenendo che la “relazione” (con se stessi, con l’altro e con l’Infinito) sia la dinamica centrale intorno a cui ruota il percorso evolutivo della persona, recupera l’aspetto naturalmente spirituale dell’esistenza, senza tuttavia aderire ad un credo né ad una tradizione particolari. Si tratta, infatti, di un approccio sia teorico che esperienziale, al tempo stesso creativo e scientifico. In questo Corso analizzeremo le Lezioni de Il Sentiero di Eva Pierrakos e la Teoria dei dodici Archetipi della psicoanalista junghiana C.S. Pearson. Il Corso è basato sul testo di Barbara Bedini L’ArtCounseling dell’Amore. Un Viaggio nella Terra dei Dodici Archetipi per imparare ad amare se stessi, l’altro e l’Infinito. Il Corso mira inoltre a fornire un excursus storico della nascita e dello sviluppo del Counseling, le nozioni essenziali della conduzione del colloquio e la qualità della relazione fra counselor e cliente come descritta dall’approccio basato sulla persona di Carl Rogers (Psicologia Umanista).

Bioenergetica, Corenergetica e BTE (modulo Energetica). Il Corso si basa sul lavoro di Alexander Lowen, fondatore dell’Analisi Bioenergetica, cioè sulla sperimentazione dei principali esercizi di Bioenergetica finalizzati a favorire il grounding, l’autoregolazione emozionale, la respirazione e il riequilibrio del libero fluire dell’energia vitale; sulla Corenergetica del medico psicoterapeuta John Pierrakos e sugli elementi di Biotransenergetica, disciplina fondata dal medico psicoterapeuta Pier Luigi Lattuada. Core significa ‘nucleo’ e rappresenta il nucleo spirituale dell’essere umano, fonte di energia vitale e di coscienza. Durante il corso gli allievi avranno l’occasione di sperimentare nel corpo e col corpo le tre principali tesi espresse nel libro di John Pierrakos, medico psicoterapeuta fondatore di questo approccio evolutivo psicologico e spirituale: “La prima è che l’essere umano è un’unità psicosomatica. La seconda è che il principio della guarigione è da ricercarsi del tutto in noi stessi e non in qualche agente esterno… La terza è che l’intera esistenza costituisce un’unità che si muove verso l’evoluzione creativa, sia del tutto che delle singole innumerevoli componenti.” Il pensiero e gli esercizi proposti da Pierrakos mostrano il collegamento dell’individuo con il campo più vasto dell’universo, quello che il Prof. Pagliaro e la fisica quantistica chiama campo unificato di coscienza, e ricordano all’essere umano che la sua vera natura è il centro di coscienza, temporaneamente ricoperto dalle subpersonalità, dalla corazza e dalle sovrastrutture dell’ego. La BTE o Biotransenergetica è una disciplina innovativa che coniuga psicologia e spiritualità, permettendo di raggiungere livelli di coscienza olistica e unitaria. Di fronte alla manifesta inadeguatezza, da parte di una certa Psicologia, di arrivare all’essenza dell’essere umano e potersi così occupare della dimensione spirituale, la BTE si propone come una disciplina avanzata, ricca di una metodologia efficace e di un modello teorico articolato in grado di facilitare la padronanza dell’esperienza interiore e degli stati di coscienza che la nostra anima (psychè) attraversa nel suo viaggio, spesso travagliato, verso se stessa. La BTE si propone come una sintesi preziosa tra le più antiche conoscenze sciamaniche e sapienziali dell’umanità e i più moderni risultati della Psicologia transpersonale come della medicina integrale.

ArtCounseling e Artiterapie Meditative (modulo Creatività). Scopo di ogni buon lavoro di liberazione energetica, è rendere di nuovo disponibile alla persona l’energia così liberata, finora congelata in paure, blocchi, disagi e resistenze. Cosa fare quindi di questa energia? Creare, creare con consapevolezza  l’opera d’arte più grande che c’è, la propria stessa vita, e gli aspetti di essa per noi più preziosi (un buon utilizzo dei propri talenti umani e creativi; una buona unione affettiva; una sana relazione con se stessi; un impegno etico e sociale nel mondo, e così via).  In questo modulo utilizzeremo le arti sia come vie che facilitano la catarsi energetico-emozionale e la presa di coscienza, sia come vie che facilitano la canalizzazione dei propri talenti verso la loro giusta direzione. Questo Corso nasce inoltre con l’obiettivo di evidenziare il filo diretto che unisce da sempre atto creativo, atto poetico e atto sciamanico.

Mindfulness (modulo Consapevolezza). In questo Corso esploreremo le diverse applicazioni della Mindfulness (Consapevolezza) nei vari contesti olistici, di crescita personale e sviluppo del potenziale umano e creativo, facendo riferimento all’origine della pratica riscontrabile nella tradizione buddista del monaco zen vietnamita Thich Nath Hahn, fino alle sue più recenti formalizzazioni ad opera di Jon Kabat Zinn, Ci interrogheremo sul senso che diamo all’essere un “counselor mindful“, su come cambia l’attitudine a stare nella relazione con l’altro,  aderendo alla visione di se stessi come counselor e dell’altro come cliente. Praticheremo insieme e coltiveremo gli stati salutari che caratterizzano la mente mindful, praticando la meditazione seduta, la camminata consapevole e il mangiare mindful. Avremo modo di approfondire e sperimentare la stretta relazione tra Mindfulness e Creatività, ricorrendo a tecniche di Artiterapie quali la poesia, la danza e l’immagine poetica audiovisiva, ma anche a diversi tipi di meditazione (Dinamica, Kundalini, Nataraj, Sufi etc.) al fine di acquisire la capacità di rivolgere attenzione all’esperienza interiore, e diventare così “maestri di se stessi”. Acquisiremo inoltre nozioni di base di fisica quantistica secondo l’insegnamento dello psicoterapeuta Gioacchino Pagliaro e del fisico americano Amit Goswami. Nell’ottica dello sviluppo delle risorse attive e delle qualità essenziali della persona lo studente imparerà a sostenere e rafforzare il processo di crescita personale senza mai forzarlo.

Costellazioni Familiari (modulo Sistemica). Il Corso, teorico-esperenziale, mira a fornire gli elementi base del Counseling Sistemico e delle Costellazioni familiari spirituali secondo l’approccio dello psicoterapeuta Bert Hellinger. Oltre alle nozioni di base per la guarigione dell’Albero Genealogico, conosceremo anche le Costellazioni Spirituali, un lavoro avanzato e profondo delle Costellazioni Familiari. Mentre nelle costellazioni famigliari “classiche” ogni partecipante ha la possibilità di fare una costellazione sulla propria situazione, in questo nuovo lavoro c’è un tema di base, un tema che riguarda la vita e le sue difficoltà, e tutto ruota intorno ad esso. Il risultato è una maggior profondità di lavoro, ma soprattutto la possibilità di entrare in contatto diretto con la nostra parte più interiore, quell’anima spirituale che conosce la vita e sa come muoversi in essa.

Grazie a questo contatto, è possibile aiutare (prima noi stessi, poi) il nostro cliente a trovare da solo le risposte che cerca, le soluzioni ai suoi problemi, quella luce sulla strada della vita che sta percorrendo.

Floriterapia di Bach (modulo Naturopatia). Il termine Floriterapia in Italia si collega frequentemente ai 38 Fiori di Bach che altro non sono che uno dei repertori floreali disponibili nell’ambito della floriterapia. Esistono tantissimi altri repertori nel mondo più o meno antichi, accomunati dalla modalità con cui si preparano le essenze (ad esempio anche i meravigliosi Fiori Australiani Californiani, che talvolta utilizzo con effetti straordinari).

Le essenze floreali si trovano in boccette che contengono per la maggior parte brandy (per la conservazione del prodotto) ed una piccolissima parte di acqua lasciata al sole o bollita insieme ai fiori, che verranno successivamente rimossi. Questo vuol dire che se voi analizzaste una boccetta di essenze floreali non trovereste le molecole della pianta da cui è stata prodotta; le essenze floreali non sono farmaci, e questo dà loro il vantaggio di potere essere usati da tutti quanti (dai neonati, alle donne in gravidanza, agli anziani, agli animali, come vedremo meglio più avanti), perfino nel caso in cui la persona stia assumendo altri farmaci, senza avere accorgimenti particolari o effetti collaterali. Possono essere acquistati in farmacia, erboristeria, parafarmacia, senza ricetta e sono venduti in forma liquida (in spray o in boccette con il contagocce) da prendere più volte durante la giornata. L’unica difficoltà può essere per chi ha problemi con l’alcool perchè, anche se diluite, sono composte da acqua e brandy. In questi casi, comunque, è possibile diluirli con aceto di mele biologico o acqua benedetta.

Teniamo molto a sottolineare le potenzialità di questo strumento usato contemporaneamente ad un percorso di Counseling.

I fiori di Bach non mirano a curare i sintomi, bensì gli atteggiamenti disfunzionali che stanno alla loro base; così per esempio l’ansia generata dal timore di non essere all’altezza, dal sentirsi inferiore agli altri, richiederà un Rimedio diverso da quello necessario per l’ansia determinata dalla paura della morte e di eventi catastrofici prefigurati. Scegliendo un rimedio si fa un’operazione di ricerca sulle modalità di funzionamento psichico della persona” (Bàlzola, 1997)

E adesso immaginate una torta!

Le materie del Corso Triennale in Counseling transpersonale integrale sono le sue dodici fette, tutte fette necessarie ad una comprensione integrale della persona e di Leela, il gioco cosmico che è la sua stessa vita.